Tracciabilità delle retribuzioni anche per gli extracomunitari richiedenti asilo

Pubblicato il: 08/06/2019 - 12:36

Inl si esprime per la sanzionabilità del datore di lavoro che abbia corrisposto ai lavoratori richiedenti asilo la retribuzione in contanti, atteso che gli Istituti bancari, alla luce delle indicazioni fornite loro dall’ABI, potranno procedere all’apertura di conto correnti intestati ai cittadini extracomunitari in base al permesso di soggiorno provvisorio di cui all’art. 4, comma3, del decreto citato e al codice fiscale, ancorché solo numerico, agli stessi rilasciati.

INL, nota n. 5293 del 5 giugno 2019