Iscrizione a Inps dei lavoratori agricoli autonomi oltre i 90 giorni

Pubblicato il: 11/10/2018 - 15:11

Inps - messaggio 8 ottobre 2018, n.3690 

Oggetto: Gestione istanze di iscrizione e/o cancellazione con effetto retroattivo dei lavoratori autonomi agricoli.

 

È stato segnalato da alcune Strutture Territoriali un notevole incremento di richieste di iscrizione negli elenchi nominativi dei coltivatori diretti, dei coloni e mezzadri e degli imprenditori agricoli professionali per periodi pregressi.

A tal proposito si rammenta che l’art. 14, comma 2 della legge n.233/1990, ha previsto il termine, successivamente confermato dall’art.3 del D.P.R. n. 476/2001, di 90 giorni dall’inizio dell’attività agricola autonoma, per richiedere l’iscrizione.

Pertanto, qualora alle Sedi Territoriali pervenga una richiesta di iscrizione con effetto retroattivo e cioè oltre i 90 giorni previsti, sarà opportuno che le stesse effettuino un’istruttoria particolarmente accurata, prendendo in considerazione tutti gli aspetti della nuova azienda da iscrivere e richiedendo alla stessa di fornire ogni documentazione utile a rilevare l’effettiva data di inizio dell’attività.

Anche nell’ipotesi di richieste alle Sedi di cancellazione del nucleo e /o di uno o più soggetti per periodi pregressi la normativa vigente richiede di rispettare lo stesso termine dei 90 giorni.

Per l’istruttoria di tali tipologie di richieste si può fare riferimento al messaggio n.44/2001 che ha disciplinato dettagliatamente l’iter da seguire.

Tutto ciò al fine di contrastare il fenomeno dell’istaurazione di posizioni contributive fittizie finalizzate alla percezione di prestazioni previdenziali o alla fruizione indebita degli sgravi contributivi previsti dalla normativa vigente.

Si rammenta che l’Istituto è intervenuto sull’argomento con i messaggi nn.3643/2014, 8124/2014 e 3560/2015 disciplinando l’intero iter operativo da seguire anche nel caso di aziende con dipendenti richiedenti l’iscrizione con effetto retroattivo.

Pertanto si ribadisce che, le Strutture Territoriali, sia per le istanze di iscrizione che per le richieste di cancellazione oltre il termine previsto per legge, dovranno necessariamente supportare il provvedimento di accoglimento con atti di data certa e prove inequivocabili.