Dleghe Inps - introduzione del "delegato unico"

Pubblicato il: 02/08/2018 - 23:20

L'attuale sistema delle deleghe permette di avere contemporaneamente più intermediari sia per le varie gestioni (dipendenti, autonomi, gestione separata, ecc.), che per diverse matricole riconducibili allo stesso codice fiscale. In questi casi, per ragioni di privacy, l'unico che può verificare la situazione nel suo complesso è il legale rappresentante dell'azienda. Questo risulta molto limitativo nei casi in cui necessita avere una visione complessiva della situazione aziendale: ai fini dell’accesso della nuova piattaforma VE.R.A. e, in prospettiva, alle procedure per la gestione unificata del credito inerenti i processi di regolarizzazione in genere (rateazione unica, riduzione delle sanzioni civili, accordi sui crediti contributivi, procedure di allerta). Per superare tale problematica sarà prevista la figura del “delegato unico” affidatario di una sorta di delega speciale che gli consentirà di visualizzare ed operare sulla situazione debitoria dell’azienda nella sua interezza.

La consultazione della piattaforma e la presentazione delle domande, di cui sopra, avverranno tramite una “web-application” accessibile con PIN INPS. I soggetti abilitati ad accedere alla piattaforma saranno il Titolare o il Rappresentate Legale dell’azienda ovvero un intermediario abilitato che assumerà appunto la funzione di delegato unico. Naturalmente nessuna modifica o variazione interverrà sulle modalità di lavoro e di competenze dei singoli intermediari già abilitati per le varie gestioni.

(fonte: tavolo tecnico Inps-Consulenti del lavoro del 4/7/18)