Ampliate le causali del tempo determinato nel rinnovo del ccnl cemento-industria del 29/05/2019 - il testo

Pubblicato il: 01/06/2019 - 19:39

Interessante i seguenti paragrafi dell'art. 27 del rinnovo:

Art. 27 Contratto di lavoro a tempo determinato

L'assunzione del lavoratore può essere effettuata anche con contratto a tempo determinato in base alle norme e alle condizioni previste dalle vigenti disposizioni di legge. Conformemente al Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n. 81 - così come  modificato  dalla  Legge  2  agosto  2018  n.  96  -  al contratto di lavoro subordinato può essere opposto un termine di durata non superiore a dodici mesi.

Il contratto di lavoro a tempo determinato può avere una durata superiore, ma comunque non eccedente i ventiquattro mesi, solo in presenza di almeno una delle seguenti condizioni:
a) esigenze temporanee e oggettive, estranee all'ordinaria attività, ovvero esigenze di sostituzione di altri lavoratori;
​b) esigenze connesse a incrementi temporanei, non programmabili e  significativi,  dell'attività ordinaria

In deroga al comma 2 dell'art. 19 del Decreto  Legislativo 15 giugno  2015  n. 81, la durata massima dei contratti a tempo determinato è stabilita dal presente ceni in trentasei mesi, a condizione che siano stati trasformati a tempo indeterminato il 50% dei lavoratori assunti a tempo determinato negli ultimi 36 mesi nell'unità produttiva interessata.

In  aggiunta  alle causali  sopra  indicate, l'apposizione di un termine alla durata del contratto di lavoro è consentita nelle seguenti ipotesi:
1) per punte di più intensa attività dovute a particolari richieste di mercato, anche stagionali, o per particolari commesse;
2) per fasi di avvio di nuove attività, intendendo per tali anche l'avvio di nuovi impianti e/o nuove linee/sistemi di produzione definite e predeterminate nel tempo.

.......................segue...........

Federmaco e Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil hanno sottoscritto in data 29 maggio 2019 l'accordo di rinnovo del ccnl qui allegato.